GIOVANNI DE LUCA
Campioni si nasce


Giovanni De Luca nasce a Cervino (provincia di Caserta) il 2 aprile del 1949. Sportivo purosangue inizia ad avvicinarsi allo sport all'età di soli 15 anni sale sul ring e tira di boxe. Una fugace apparizione nel campionato regionale; ma poi pensa che andare in giro a prendere pugni sul naso non sia molto determinante e così, abbandona la boxe e si innamora delle due ruote. Gareggia con una Galera 250 cmc ma solo per poco tempo e senza grossi risultati.

De Luca finalmente arriva alle quattro ruote e lo fa in grande stile allestendo una meravigliosa vettura nata dalla tecnologia tedesca: una favolosa Porsche colore arancio, diventerà la sua grande compagna fedele per tanto tempo.

È il 1985 anno nero per il pilota di Cervino che non riesce a sfoderare i molti cavalli della sua vettura una sola vittoria assoluta. Anno 1986, trafelato dai continui dispiaceri, non si scoraggia e quasi il destino lo fa incontrare con un giovane preparatore sardo, Domenico Cadeddu con una lunga esperienza maturata su tutte le piste italiane, il simpatico Cadeddu prende subito a cuore il problema e comincia a lavorare sodo sul motore e sul telaio della Porsche; tant'è vero che in quell'anno De Luca su 22 gare disputate ne vincerà 15 tanto da aggiudicarsi il Primo Campionato Slalom Centro-Sud organizzato dalla Caserta Corse, e 2 nel Rombo Team.

Ormai il connubio tra i tre moschettieri: De Luca-Porsche-Cadeddu dà i frutti maturi e nel 1987 si aggiudica 18 assoluti su 24 gare disputate. Tra l'altro vince anche la coppa C.S.A.I. della IV zona nel Gr. Speciale. Il 1988 lo vede ancora protagonista: un solo ritiro su 7 gare e 6 volte vincitore. Nel frattempo pensa di fare una puntatine al Campionato Italiano Slalom, partecipando alla gara di apertura a Padova e Firenze, gare alle quali il pronostico per molta sfortuna non gli è stato molto favorevole.

Giovanni De Luca il re degli slalom del Centro-Sud ha collezionato dal 1985 ad oggi la invidiabile cifra di 50 vittorie assolute, un record che pochi possono vantare di eguagliare al bravo pilota casertano che continuerà ancora per molto il suo cammino vittorioso sempre ovviamente seguito dal suo fido amico preparatore Domenico Cadeddu e dalla ormai inseparabile compagna di ogni domenica, la sua bianca Porsche 3000.


Tratto da Napoli Grand Prix di Maurizio Addati, Adriana di Lorenzo Editore


HOME ARTICOLI FOTO I SUOI IDOLI VITTORIE